Riparazione provvisoria tubeless

Foro iniziale (in questo caso fatto con punteruolo).

Evitare di ruotare l'utensile nel foro finché questo non sia sufficientemente allargato, pena la rottura del gancio.

Raspare il foro con l'attrezzo finché non entri ed esca quasi comodo.

Risultato.

Spalmare l'utensile con mastice e infilare la toppa (l'anellino in gomma a forma di 8 aperto) nella sua feritoia. In questo caso la feritoia non c'è perché l'avevo rotta come si vede più sopra e ho dovuto tenerlo teso con le dita. Spalmare la toppa con mastice senza lesinare.

Inserire l'utensile con la toppa "appesa" nel foro del pneumatico, in modo che essa stia pressappoco metà dentro e metà fuori, tenendo conto dello spessore del pneumatico. Evitare di lasciarla troppo fuori (non c'è una foto specifica perché dovendo tendere la toppa durante l'inserimento, a causa dell'utensile rotto, non potevo impugnare la macchina fotografica).

Avvitare l'adattatore nella valvola, rivolgendo l'estremità col tubicino tagliente dal lato opposto: serve ad aprire la bomboletta. Avvitare la bomboletta sull'adattatore fino a quando non si svuota nel pneumatico. Qui con 2 bombolette nella ruota anteriore avevo una pressione di 1.5 bar.

Risultato dopo il gonfiaggio. Asportare poi la parte eccedente con la lametta in dotazione, per evitare di viaggiare saltellando; senza ovviamente arrivare a "scavare" nel tentativo di andare troppo a filo pneumatico.