TL1000S - sostituzione cuscinetti della ruota posteriore

Per estrarre il primo cuscinetto ne ho dapprima tolto lo schermo, e poi ho smangiato i punti di unione delle due parti della gabbia, col dremel, avendo avuto cura di proteggere prima l'attorno, dalla proiezione di limatura.

Dopo il paraolio, estraggo lo schermo del cuscinetto con un punteruolo.

Questo è il cuscinetto nuovo, per meglio evidenziare cosa intendo limare. Uso col dremel una fresa in metallo duro.

Dopo aver rotto i punti di giunzione, la parte interna della gabbia cade dentro il cerchio, quella esterna va asportata. Si possono così spostare le sfere tutte da una parte.

Traslate tutte le sfere su metà della circonferenza, l'anello interno può essere spinto fuori centro e, a quel punto, estratto. Tolto l'anello interno si tolgono anche le sfere.

Rimane solo l'anello esterno del cuscinetto. Si vede sbucare il distanziale centrale, che va asportato.

Per estrarre l'anello esterno, inserisco un piattello di diametro maggiore del foro dell'anello interno, piattello che tengo sollevato con una barra filettata e un dado. Sopra al piattello, "ricostruisco" il cuscinetto, reinserendo le sfere (che tengo "incollate" all'anello esterno con del grasso) e l'anello interno, per poi re-distribuire le sfere nella pista di rotolamento, di maniera che siano grosso modo equidistanti tra loro, come quando c'era la gabbia. Metto un altro piattello (o una rosetta a fascia larga) anche sopra, e lo blocco con un altro dado, giusto perché il piattello basso stia fermo e non caschi.

Realizzo un "castello" che poggi sul bordo di chiusura del tamburo della corona, e che si restringe alla sommità tanto da appoggiarci un piattello che vi trasferisca la forza, esercitata da un ulteriore dado, avvitato sulla barra filettata. Anche qui uso un reggispinta. La barra filettata è tenuta ferma da due dadi serrati contrapposti e trattenuti con una chiave, mentre con l'altra aziono il dado che solleva il cuscinetto.

Ho adottato questa soluzione perché finché c'era il distanziale tra i due cuscinetti, non c'era spazio per inserire un piattello neanche dietro l'anello interno. Il manuale originale dice di battere alternativamente su vari punti per mezzo di un suitable bar, ma è una soluzione che non mi piace perché con tale sistema si tende ad allargare la sede del cuscinetto.

Come scritto più sopra, il distanziale viene via una volta asportati l'anello interno e le sfere. Tolto l'anello esterno del primo cuscinetto, dunque, sarà facile asportare il secondo cuscinetto con lo stesso metodo utilizzato per togliere l'anello esterno del primo.